5 SEMPLICI PASSI PER UN SOCIAL MEDIA PLAN VICENTE

ESSERE VISIBILE SIGNIFICA ESSERE CREDIBILE. TU COME FAI?

E così hai raggiunto una presenza sui Social Network utilizzando Twitter, Facebook, LinkedIn, e il blogging ti sta travolgendo.

Ma come si fa a fare tutto il lavoro contemporaneamente? Vuoi ottenere nuovi potenziali clienti e rafforzare la tua autorevolezza, ma prima devi capire qual’è il tuo progetto?

Questo articolo Ti offre cinque passi infallibili per trovare il tuo cammino per preparare e distribuire contenuti che saranno notati e diventeranno di successo. Le tue pubblicazioni sui social network potrebbero includere i tuoi post sul proprio blog o dei link al lavoro di altre persone sul medesimo social network.

# 1: Trova il tuo target di riferimento.

Il primo passo nella pianificazione sociale dei media è in gran parte il primo passo per identificare il proprio brand e

determinare

  • sia chi sei tu,
  • sia chi sono i tuoi lettori.

Ma qual’è il principale aspetto del tuo servizio che può attirare i visitatori di riferimento?

Sei un avvocato che assiste i piccoli imprenditori? O un legale di un’associazione che aiuta le famiglie e a cui interessa insegnare agli altri come definire i conflitti familiari?

Per queste ragioni avrai bisogno di determinare ciò che i lettori vogliono sapere da Te, quali sono le loro simpatie e antipatie e quali posti frequentano.

Avrete anche bisogno di trovare il tono colloquiale giusto. Il “sociale” nei mezzi di comunicazione sociale richiede un approccio di conversazione, ma è anche necessario parlare davvero la lingua dei vostri clienti ‘.

Assicuratevi di conoscere il gergo e lo stile a che i vostri clienti ritengono più condivisibile, qual’è il social dove si parlano più di frequente, su Twitter, Facebook, LinkedIn, blog o su siti di social bookmarking.

Scriviti allora un profilo generico per il tipo più comune di cliente potenziale. Classificalo in termini di livello di istruzione, di hobbies, di interesse tecnologico o per il tempo trascorso sui social networking?

# 2: Risolvere i problemi più importanti dei lettori.

Diventa un giornalista / editore.

La condivisione delle informazioni sui social media è essenziale per diventare un giornalista / editore a favore di coloro che operano nel tuo settore o hanno interesse per il tuo prodotto o servizio. Se pensi come il redattore di un giornale Ti chiederai: “Che cosa i lettori vogliono davvero sapere?”

La maggior parte dei redattori di oggi deve capire sempre che ciò che vogliono i lettori è una notizia di domanisera. Quindi, bisogna essere tempestivi. I tuoi clienti hanno problemi specifici che richiedono una soluzione, sia che si parli del tuo servizio o di un’attività del lettore che puoi  contribuire a migliorare con quello che gli racconterai.

Per questa ragione,  scegli le fonti giuste.

La ricerca sarà una parte importante della pianificazione sociale dei media, quindi assicurati che gli spunti siano sulla cresta dell’onda del tuo argomento.


Potresti anche voler fornire analisi che aiutino a guidare i tuoi lettori nella gestione delle informazioni fornitegli. La maggior parte dei lettori di oggi, di qualsiasi tipo, non sente di avere il tempo di collegare tutti i punti, per questo digli perché le informazioni che stai condividendo rivestono interesse per loro.

Devi fare il lavoro per loro, scrivendo sull’argomento che gli interessa, sottolineando l’impatto dei tuoi consigli e mantenendo il profilo di valore del tuo contenuto. Sarai ricompensato da clienti, seguaci e fan che si fidano delle tue informazioni perchè sanno che non gli faranno perdere tempo.

Facciamo un esercizio: siediti adesso e scrivi un elenco di quelle domande brucianti che il tuo perfetto lettore potenziale Ti chiederebbe.  nei giorni che verranno, fai ricerche regolari per mantenere questo elenco aggiornato. Per ora, le domande che ti vengono in mente al volo dovrebbero costituire il nucleo iniziale dei temi per il Tuo piano editoriale.

# 3: decidi come sarà il contenuto.

Chi svolge la raccolta di informazioni, la scrittura e di distribuzione per i contenuti? Sei proprio tu? O forse disponi di personale che può farlo per Te. Prima di poter determinare il volume e la frequenza dei tuoi interventi on line, ti consigliamo di capire che cosa la tua attività di informazione può ragionevolmente offrire.

Ecco una cosa da tenere a mente: qualunque sia la cadenza di intervento per te, o per il tuo personale, ci sarà senza dubbio bisogno di più tempo di quanto si pensi, soprattutto all’inizio.

Iniziare con contenuto dei social media ha una curva di apprendimento facile, in modo da essere pronti per tempo e da acquisire familiarità con il processo.

# 4: creare il vostro piano.

Ora è il momento di creare un piano. È possibile utilizzare metodi diversi per aiutarti a costruire la vostra strategia di contenuti.Vediamone assieme alcuni.

  • Mind-mapping

Prova le mappe mentali per uno sviluppo in profondità. Se si dispone di alcuni argomenti che si desidera esplorare in modi complessi, le mappe mentali ti aiuteranno a precisare i molti punti di vista da cui puoi vedere i temi da trattare. Può anche aiutarti a pianificare come vorresti i componenti del piano per interagire con i social media. Freemind, XMind e Mindjet sono tutti i programmi più popolari per stender delle mappe mentali.

  • Editoriale calendario

Il più grande risparmio di tempo e lo strumento strategico per il vostro arsenale dei contenuti di pianificazione è un calendario editoriale. Una possibilità è  Google Docs e Calendar per esporre i tuoi contenuti per data e argomento. Questo ti dà un facile percorso da seguire:

L’utilizzo di un calendario editoriale ti aiuta a portare chiarezza e scopo ai tuoi contenuti in riferimento ad una pianificazione delle richieste di pubblicazione. Mai sottovalutare il potere di una scadenza!

  • Parole chiave

È anche possibile aggiungere parole chiave al calendario, in modo da sapere quali parole si dovrebbe includere nel contenuto di un dato articolo. AdWords di Google e Wordtracker offrono strumenti gratuiti per aiutarti a trovare le parole chiave più preziosa per il soggetto che tratterai.

  • Contenuto ciclici

Una grande quantità di contenuti non è altro che risposta a domande che ci vengono trasmesse. Per questo motivo ti troverai a creare dei post proprio su certi argomenti ed a dirigere i lettori a ciò che qualcun altro ha detto, come accade con le notizie.

Alcuni planners (calendari) usano una formula incentrata sulla dinamica del blog: Lunedi per la lista “delle cose migliori”; Martedì per una recensione di un prodotto o di un servizio; Mercoledì per storie ed esperienze personali; Giovedi per un editoriale su un tema controverso, e Venerdì per qualcosa in materia di divertimento, commenti a ruota libera o per un ospite .

E non dimenticare di metterci dei video! Condividi clip delle interviste se condotta da Te o video del tuo articolo su “come fare” una certa cosa.

# 5: Programma il tuo Contenuto

Per programmare i tuoi contenuti considera con che formato essi verranno inviati e con quale frequenza. Usa applicazioni come TweetDeck, HootSuite SocialOomph che ti consentono di inviare simultaneamente a Facebook, LinkedIn, Twitter e altri.

Piattaforme come HootSuite consentono di programmare i vostri tweets per date future. Quando si digita il messaggio nel campo in alto a sinistra, è possibile utilizzare il pulsante calendario per scegliere la data di rilascio.

Fai però attenzione. Automatizzare i messaggi, se fatto con attenzione, è un modo efficace per spingere il contenuto al momento non può essere lì per farlo da soli. Ma se non hai aocnora fatto prartica vai prima col metodo manuale perchè se non configuri perfettamente i vari social network potresti avere un’inutile ed imbarazzante ripetizione delle pubblicazioni.

Pensa alla qualità rispetto alla quantità

Non è necessario inviare un articolo ogni giorno per creare una presenza efficace nei tuoi mezzi di comunicazione sociale. Trova la frequenza che ha senso per il tuo business e attieneiti a quella. Ricorda, la qualità deve essere sempre vincente sulla quantità. Se non è possibile mantenere il livello di qualità dei contenuti alla velocità scelta, riduci progressivamente la frequenza fino a quando troverai il giusto livello di qualità.

Wow! Sembra che ci sia molto da fare, giusto?

Ebbene, la cosa buona della pianificazione dei contenuti è che creerà il proprio ciclo.

Cosa ne pensi? Avete impiegato qualsiasi di queste idee? Avere un paio di tuo da condividere? Lascia il tuo commento nella casella qui sotto ...

One Response to “5 SEMPLICI PASSI PER UN SOCIAL MEDIA PLAN VICENTE”

  1. gb says:

    Articolo molto bello, grazie per la pubblicazione.
    Potete farequalche esempio sulle mappe mentali, mind mapping , le utilizzo gia’ tantissimo per il mio lavoro (xmind) ma sarebbe utile un esempio pratico nella creazione del piano nei social media

Leave a Reply

*

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.

Heracliaweb

Get Adobe Flash player