10 CONSIGLI PER PROGETTARE LA HOMEPAGE DEL TUO STUDIO LEGALE

DIECI IDEE PER FAR FERMARE SUL TUO SITO I POTENZIALI CLIENTI

Land page Studio Legale

Land page dello Studio Legale

Ti sei mai chiesto come deve essere la pagina del tuo sito web che viene visitata per prima dai tuoi potenziali clienti?

Secondo le regole più condivise del web marketing, la specifica pagina che il visitatore raggiunge dopo aver cliccato un link magari sulla pagina dei risultati (serp) di un motore di ricerca come google viene detta landing page. Ovvero una pagina di atterraggio dove il tuo lettore dovrebbe trovare tutte le informazioni per cui è stata progettata la tua comunicazione on line.

Per il sito del Tuo studio di avvocato hai preparato la Tua landing page ideale? E’ quella giusta?

Ti sei chiesto quali sono i 10 passaggi per controllare se la Tua landing page davvero funziona per attrarre nuovi clienti allo studio legale?

Ecco 10 idee migliori individuate da  Kissmetric, che schematizza la landing page in 10 elementi strutturali proponendo per ciascuno un approccio critico.

1) Titoli e stile (Headline e copy): l’headline (il titolo) della landing page e il testo dovrebbero essere complementari. Per migliorare i risultati delle tue campagne deve esserci coerenza tra il messaggio dell’annuncio e il contenuto della landing page.

2) Headline chiara e concisa; l’headline (sempre il titolo) della landing page è spesso la prima cosa che il visitatore legge: il tuo titolo sarà il riassunto di tutto quello che contiene la Tua webpage, non deve perciò creare confuzione o annoiare. Ricordati che una headline chiara ed accativante farà leggere il suo articolo, una smorta e inutile farà cambiare immediatamente webpage.

3) Grammatica corretta: l’immagine di uno studio legale che chiede ai lettori di credere ad un messaggio di professionalità e affidabilità può essere completamente rovinatase ci sono errori di grammatica o richieste formulate in modo grossolano.
Pensaci: tu ti affidaresti ad un avvocato che non sa scrivere in italiano?

4) Trovati degli indicatori di credibilità: per aumentare l’autorevolezza del tuo messaggio trovati dei testimonial, dai spazio ai richiami sulla stampa dell’attività del tuo studio legale, proponi garanzie di costo sicuro senza soprese, precisa tutti i tuoi diplomi, riconoscimenti o standard di sicurezza facendo riferimento ai soggetti terzi che te li hanno rilasciati.

5) La call to action deve essere “forte”: non appena un visitatore avrà raggiunto la tua landing page dovrà sapere cosa fare dopo aver letto il tuo messaggio. Per essere più chiari si può fare riferimento all’esempio di Mozilla Firefox: quando la call to action è cambiata da “Prova Firefox 3” a “Download Now – Free”, ha incrementato la sua performance originale del 3,6% e ha ottenuto un livello di fiducia superiore al 99% (sono stati effettuati più di 500 download durante il test). Pensa a qualcosa come: “Chiama ora, primo colloquio gratuito: il numero è 800.9999.9999”.

6) Evidenzia i pulsanti social e le call to action: trova le parole chiave che sono fondamentali per i tuoi clienti e usale nel testo della headline e nel corpo dell’articolo con le call to action  (ad esempio “separazione”, “recupero credito”, “testamento”, o “sfratto”). Un pulsante destinato alla conversione dovrebbe: risaltare ed essere posizionato a destra, sotto la call to action o persino contenendo la call to action stessa; deve poi essere grande e visibile senza scroll. Se il pulsante per la call to action è giallo o arancione vi sono maggiori possibilità che venga cliccato.

7) Vai cauto con i link: mettere nella landing page troppi link a siti esterni o ad altre pagine fa distrarre il visitatore così nuocendo alle conversioni. Un sacco di link possono servire in homepage, ma non certo nella tua landing page dove l’obiettivo primario è la semplicità che garantisca le conversioni.

8) Usa immagini e video attinenti al copy: inserisci nella tua landing page discorsi motivazionali, video di testimonials e di persone che possono confermare la validità di quello che proponi; aggiungi poi foto del tuo studio e, soprattutto se la tua location non è così di rappresentanza, di te che spieghi e lavori .

9) Inserisci le call to action “above the fold”: lo spazio che il visitatore visualizza senza dover fare scroll della pagina è la tua zona di gioco, la parte più importante della tua landing page. In quello spazio tu devi far stare la tua “call to action” per consentire al lettore di vederla subito. Non mettere mai la call to action in un posto poco visibile o che deve essere ricercato appositamente.

10) Fai sempre dei test: ottimizza la tua landing page per ottenere delle conversioni in contatti diretto presso lo studio: fai dei test continuamente per verificare cosa da migliori risultati con i visitatori del tuo sito, fai prove ed ancora prove cambiando copy (stile), immagini, call to action.

Ho preso liberamente le linee guida di quest’infografica di Kissmetrics poichè credo che le idee del webmarketing per i prodotti possano essere di interessante spunto anche per il mercato dei servizi legali… Tu cosa aggiungeresti?

Violet O’Neill

Perfect-Landing-Page

Perfect-Landing-Page

Leave a Reply

*

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.

Heracliaweb

Get Adobe Flash player