Category: Comunicazione forense

CNF E AGCOM: STORIA DI CONTRASTO E INCOMUNICABILITA’

AGCOM E CNF

AGCOM E CNF

ANTITRUST E CNF: URTO FRONTALE

Con una pesantissima sanzione, ben 912 mila euro, l’Agcm, ha multato il Consiglio nazionale forense (CNF) affermando che ha limitato concorrenza, limitando l’autonomia degli avvocati in materia di compensi professionali, in particolare incidendo sul prezzo e sulle condizioni economiche delle prestazioni professionali.

La decisione dell’Autorità chiude così un’istruttoria sulle condotte del Cnf per violazione dell’art. 101 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

L’Autorita’ ha infine diffidato il Cnf dal reiterare in futuro analoghi comportamenti.

ECCO IL PARERE DELL’ AVVOCATO SALVATORE LUCIGNANO


La sanzione viene comminata sulla base di una serie di argomentazioni che risultano parzialmente deboli. I profili più evidenti di criticità della sanzione riguardano:

COME FARE SOCIAL MARKETING PROFESSIONALE USANDO LINKEDIN

COME COSTRUIRE UN TUO PROFILO DA AVVOCATO ON LINE RAFFORZANDO IL TUO BRANDING?

 LinkedIn For Lawyers

LinkedIn For Lawyers

Come trasformare il tuo Brand Professionale, riassumendo Biografia e carriera in un profilo LinkedIn Vincente

Spiega le Tue capacità attraverso Linkedin e costruisci un’immagine fatta di credibilità e spessore professionale.

Un grande curriculum “di carta” e la biografia della tua carriera non bastano più.

Oggi hai bisogno di una forte presenza online, on-brand così da poter essere trovati dai selezionatori e responsabili decisionali di assunzione alla ricerca di candidati come Te.

Inizia con LinkedIn.

Molti dirigenti esperti in selezione del posto di lavoro che desideri, ed anche molti clienti, hanno già abbracciato LinkedIn ed i vantaggi che ha da offrire. La piattaforma può diventare anche un banco di prova per la verifica delle Rue effettive attitudini.

LEGAL VIDEO MARKETING

UN IMMAGINE VALE PIU’ DI MILLE PAROLE. UN VIDEO PIU’ DI MILLE IMMAGINI.

Gestire una comunicazione appropriata può portare a condividere il messaggio con un potenziale cliente senza dovergli chiedere di fermarsi a capire cosa hai scritto. Basta fargli vedere in video cosa fai e cosa sei.

L’uso del video è infatti uno strumento di webmarketing in continuo aumento, e gli studi legali di ogni dimensione e target stanno scoprendo che ci sono vantaggi significativi nello “sbarcare ad Hollywood”. Vale sia per l’ ottimizzazione dei motori di ricerca ed anche dal punto di vista dell’utente, per rafforzarvi la percezione del brand.

3 BUONE IDEE PER AVERE PIU’ CLIENTI NELLO STUDIO LEGALE

3 CONSIGLI PER AIUTARE IL TUO LEGAL MARKETING A PRODURRE NUOVI CLIENTI

A VOLTE BASTA POCO PER FARE LA DIFFERENZA.

Per far funzionare il tuo legal marketing servono le fondamenta: quali sono?

Riassumiamole in 3 punti:

1. manda un messaggio chiaro e punta sulla specializzazione del messaggio; i discorsi genralistici e fumosi sbiadiscono sullo sfondo. Parla chiaro e proponi soluzioni concrete;

2. Pensa a cosa serve al cliente e diglielo. Lascia perdere a cosa piacerebbe a te, pensa solo a lui.

3. Comincia adesso. Per fare un buon legal marketing ci vuole tempo e si vince solo con la continuità.

DECALOGO SEMISERIO PER UN CORRETTO RAPPORTO AVVOCATO-CLIENTE

CARO CLIENTE….

Il rapporto avvocato cliente

Il rapporto avvocato cliente

DECALOGO SEMISERIO PER UN CORRETTO RAPPORTO AVVOCATO-CLIENTE


  1. Caro cliente, NEL TUO INTERESSE, al tuo Avvocato devi raccontare sempre la verità, non la versione dei fatti che sembra ora farti fare bella figura, ed alla quale però mancano delle parti essenziali. Se nascondi eventi rilevanti o modifichi la realtà, la cosa verrà comunque a galla, magari raccontata dall’avversario e magari forse confermata pure da tue dichiarazioni autografe, nel qual caso metterai il Tuo avvocato con le spalle al muro e, più di tutto, TI PALESERAI COME BUGIARDO PATENTATO DAVANTI AL GIUDICE. Ti conviene?

ARRIVA LA RIFORMA FORENSE E GLI AVVOCATI POSSONO FARSI PUBBLICITA’. O NO?

LEGAL ADVERTISING: OGGI DAVVERO SI PUO’?

Avvocati e pubblicità

Avvocati e pubblicità

Questo è il testo della disposizione che autorizza la pubblicità informativa dell’avvocato:

Art. 10.
(Informazioni sull’esercizio della professione)
1. È consentita all’avvocato la pubblicità informativa sulla propria attività professionale, sull’organizzazione e struttura dello studio e sulle eventuali specializzazioni e titoli scientifici e professionali posseduti.
1. È consentita all’avvocato la pubblicità informativa sulla propria attività professionale, sull’organizzazione e struttura dello studio e sulle eventuali specializzazioni e titoli scientifici e professionali posseduti.
2. La pubblicità e tutte le informazioni diffuse pubblicamente con qualunque mezzo, anche informatico, debbono essere trasparenti, veritiere, corrette e non devono essere comparative con altri professionisti, equivoche, ingannevoli, denigratorie o suggestive.
4. L’inosservanza delle disposizioni del presente articolo costituisce illecito disciplinare.

MONTI COLPISCE ANCORA

MONTI, CONFERENZA DI FINE MANDATO CON SFREGIO ALL’AVVOCATURA

Il governo Monti non smette di sorprendere negativamente i professionisti del mondo forense, nemmeno dopo la lettura del suo epitaffio dimissionario. Come ho già scritto, non c’è limite al peggio.

Vediamo i fatti.

Nel corso della conferenza stampa di fine anno, tenutasi a Roma il 23.12.2012, il Presidente del Consiglio dimissionario, senatore a vita Prof. Mario Monti, ha testualmente dichiarato:

COMUNICAZIONE NELLO STUDIO LEGALE

COMUNICARE NELLO STUDIO LEGALE

La comunicazione nello studio – fra avvocato e cliente – è il frutto di significato più intenzioni.

L’obiettivo prioritario è capire qual è la quantità giusta di informazioni da fornire all’assistito.
Serve dare il giusto contributo informativo in relazione agli scopi della comunicazione.

Non si deve però dare più informazioni di quanto richiesto (in base al target, per evitare sovraccarichi informativi).

Il passo successivo è poi massimizzare la qualità della propria comunicazione:

  • per questo pensa a dare un contributo originale;
  • a non dare informazioni false;
  • e a fornire sempre informazioni che possono essere documentate.

Il percorso deve poi muoversi sulla traiettoria della pertinenza, della chiarezza, della  sintesi e dell’ordine. In questo modo si eviterà che il messaggio trasmesso, invece di essere efficace rispetto agli obiettivi previsti, sia invece controproducente.

PREVENTIVO E INCARICO SCRITTO ALL’AVVOCATO = PATTI CHIARI PER CLIENTI SICURI

COME DARE VALORE AGGIUNTO AL RAPPORTO AVVOCATO CLIENTE?

LA SOLUZIONE E’ “PATTI CHIARI PER CLIENTI SICURI”

Lo Studio Legale deve seguire con attenzione il continuo divenire del mondo circostante: la sensibilità al cambiamento è necessaria sia a dare tempestività agli interventi di miglioramento del percorso professionale, per essere al passo coi tempi, sia  per trasmettere al cliente quella consapevolezza di quanto accade che qualifica l’avvocato come il miglior interprete delle sue esigenze nei confronti del mondo in cui vive.

Per questa ragione, in un momento in cui la stretta economica diventa una delle preoccupazioni primarie, è importante palesare ai potenziali assistiti che si da valore alle loro esigenze ed alla loro tutela anche attraverso un percorso di certezza nei contenuti del rapporto professionale.

GESTIRE UN COLLOQUIO IN MODO EFFICACE

IDEE PER GESTIRE UN COLLOQUIO CON I CLIENTI

CONOSCENDO LE REGOLE DEL “PUBLIC SPEAKING”

Heracliaweb

Get Adobe Flash player